SINDROME DEL TUNNEL CARPALE

SINDROME DEL TUNNEL CARPALE

Daniele Cernuto No Comments

sindrome del tunnel carpale

E’ un’infiammazione del nervo mediano causata dalla compressione, all’interno del canale carpale, dai tendini flessori che vi scorrono. I sintomi possono essere: formicolii e dolore crampiforme dalla mano fino all’avambraccio, prevalentemente durante la notte, diminuzione della forza e della sensibilità. Le cause di questa malattia non sono ancora completamente note. Per diagnosticare la sindrome del canale carpale è utile eseguire l’esame elettromiografico che costituisce l’unica indagine strumentale attendibile.

RIZOARTROSI

Daniele Cernuto No Comments

rizoartrosi

E’ una forma di osteoartrosi degenerativa, più comune nelle donne dopo i 40 anni, che colpisce la base del pollice ed in particolare l’articolazione trapeziometacarpale. Il paziente presenta dolore alla base del pollice, di solito durante movimenti semplici come svitare un barattolo, impugnare una penna, sollevare dei pesi a pugno chiuso, girare le chiavi della porta e tali dolori sono provocati dallo sfregamento delle ossa a causa del consumo della cartilagine e dalla presenza di “becchi” ossei artrosici che agiscono come spine, irritando i tessuti. La diagnosi viene fatta sia clinicamente che con una semplice radiografia della mano.

MORBO DI DUPUYTREN

Daniele Cernuto No Comments

dupuytren

Il morbo di Dupuytren è un ispessimento anomalo del palmo della mano che può causare una limitazione al movimento delle dita. Nei casi più avanzati si sviluppa un cordone retraente sotto la pelle che rende sempre più difficoltosa la completa estensione delle dita interessate, fino ad arrivare ad una situazione di chiusura obbligata delle stesse. In alcuni pazienti la malattia può colpire anche altre parti del corpo, come la pianta dei piedi o le nocche delle dita. La causa è sconosciuta, anche se è importante una certa predisposizione familiare. La malattia è benigna e di solito indolore.

MORBO DI DE QUERVAIN

Daniele Cernuto No Comments

de quervain

Si tratta di una infiammazione dei tendini, che estendono e allontanano il pollice dalle altre dita della mano. Clinicamente si ha un dolore molto intenso, localizzato al polso, alla radice del pollice durante i movimenti di presa, e rende difficoltose le più semplici attività quotidiane. Questa tendinopatia raramente si risolve da sola e tende a diventare cronica. Tra le cause più comuni, lo sforzo della neo-mamma che tiene in braccio il bambino, le tensioni muscolo-tendinee della mano dei musicisti, e alcune attività lavorative ripetitive.

DITO A SCATTO

Daniele Cernuto No Comments

dito a scatto

Definito anche tenosinovite stenosante dei tendini flessori, è un’infiammazione dei tendini flessori di un dito, che si manifesta con la formazione di un nodulo tendineo doloroso alla base del dito interessato. Questo causa il caratteristico scatto nei movimenti di flessione e di estensione del dito, dovuto alla difficoltà meccanica incontrata dal nodulo a scorrere al di sotto della puleggia basale. Lo scatto è spesso accompagnato da dolore e da conseguente difficoltà nei movimenti. Le cause non sono sempre chiare; spesso ne è responsabile un’eccessivo stress tendineo.

DITO A MARTELLO

Daniele Cernuto No Comments

dito a martello

Il dito a martello è una lesione del tendine estensore delle dita e porta ad una improvvisa flessione della falange distale, che puo rimanere rimane più o meno piegata. Molto spesso questa lesione avviene durante semplici attività quotidiane come rimboccare le coperte, o sollevare le calze, o urtare accidentalmente l’apice del dito contro un mobile, con movimenti apparentemente cosi banali che il paziente si rende conto della lesione a volte a distanza di tempo, altre volte invece è dovuta a trauma importanti durante attività sportive. La lesione può dipendere o da un distacco del tendine dalla sua inserzione all’osso o da una frattura della parte dell’osso dove questo tendine si inserisce. La diagnosi viene fatta clinicamente, anche se si consiglia sempre di eseguire una radiografia per escludere la presenza della frattura.

CISTI TENDINI ESTENSORI

Daniele Cernuto No Comments

cisti estensori

E’ una neoformazione rotondeggiante, di varie dimensioni, solitamente piccola con diametro inferiore a 1 cm, di consistenza duro-elastica che compare sul dorso della mano. Può originare dalla superficie del tendine estensore o all’interno del tendine stesso. La malattia è presente in età adulta, senza distinzione di sesso o età. E’ caratterizzata dal fatto che si muove quando il tendine scorre alla flessione o all’estensione del dito. Può provocare sensazione di disturbo o dolore, soprattutto alla digitopressione. La neoformazione è apprezzabile palpatoriamente e molto spesso visibile. Si consiglia di eseguire un’ecografia per la conferma della diagnosi.

Ricerca Per Patologia

L’OBIETTIVO

L’obiettivo è aiutare i pazienti a raggiungere il miglior risultato possibile a seguito di un infortunio o problemi dell’arto superiore e/o della mano.

Il servizio è specializzato in ambito conservativo e post-chirurgico finalizzato al recupero della mobilità dell’arto superiore.

Siamo  formati da terapisti altamente qualificati come fisioterapisti, terapisti occupazionali, specializzati nella Riabilitazione dell’Arto Superiore, i quali offrono chiare ed esperte valutazioni, diagnosi e trattamenti per le persone con dolore o disfunzione dell’arto superiore o della mano al fin di fornire terapia a persone con disfunzioni.

 

Si collabora a stretto contatto con i chirurghi della mano, dottori di medicina generale, reumatologi, e medici dello sport.